January 15, 2019

Please reload

Post recenti

Come nasce un amore....in franchising!

April 4, 2019

1/1
Please reload

Post in evidenza

La legge universale della mail cestinata

November 18, 2016

 

Lunedì mattina, ufficio, weekend spensierato ormai un vecchio ricordo.

Non si fa a tempo ad accendere il pc, saluto fugace al collega, tappa alla toilette che all'improvviso... dal lavandino, trapassa uno strato di cemento armato, il “tintinnio” della notifica mail: sono arrivate!! E sì sa che di lunedì, lo spamming, è all'ennesima potenza!

Tra pubblicità farlocche, offerte di lavoro da 5 mila euro al mese senza sforzo, conti correnti a 9 zeri dalle Cayman..

Ormai per filtrare ciò che è utile, da tutto il resto, ci si impiega metà mattina. Un litro di caffè ed un fegato.

Chi deve comunicare qualcosa di interessante, con un contenuto, una proposta, un’opportunità seria deve prepararsi alla guerra per non essere “cestinato”.

Anche se le intenzioni del destinatario sono le più genuine (oltre che per le sue tasche), quanto è fastidioso, ricevere la mail in quel giorno prestabilito, a quell'ora e secondo, probabilmente con l’oggetto simile alla settimana precedente e dal solito ridondante testo da spot di materassi?

“Clicca qui la prima lezione gratuita”, “Noi siamo il brand leader nel settore” – esistono solo leader, infatti.. e “BlaBlaBla”…

Strumento diffuso, diretto e che spinge all'azione molto più dei messaggi sui social network, la mail è risultato il canale web migliore per vendere e aumentare il proprio pacchetto clienti. Questi i dati emersi da alcune ricerche effettuate per valutare il grado di conversione e vendita provenienti dai vari canali web. Secondo alcune ricerche, la mail sarebbe infatti ben 40 volte più efficace di Facebook e Twitter messi insieme.

Quali sono dunque i trucchi del mestiere per fare in modo di essere, non solo “non cestinati” alla velocità della luce, ma anche di portare a termine l’obiettivo commerciale?

1. Puntare sull'effetto sorpresa

Il mittente deve essere sempre chiaro e l’email firmata. È importante che l’email appaia inviata da una persona in carne ed ossa, anche se arriva dal customer care, ma ogni tanto bisogna uscire dagli schemi, puntare all'effetto sorpresa. Il cambio della grafica, del mittente, oppure dello stile di scrittura potrebbero essere degli accorgimenti per aumentare la curiosità nel lettore.

2. Scegliere bene l’oggetto

Non dovrebbe superare le quattro parole, né i 35 caratteri, spazi inclusi. Il contenuto dell’oggetto dovrà sempre essere veritiero. Boicottare gli slogan come “perdi 10 kg in 10 giorni”.

3. Catturare l’attenzione

L’inizio è critico perché è il momento in cui il destinatario pone la massima attenzione alla comunicazione che ha deciso di aprire. Nelle prime tre-cinque righe il contenuto deve essere organizzato in modo da catturare l’attenzione e incentivare una più approfondita lettura o il compimento di un’azione.

4. Non fare errori

Gli errori di ortografia e battitura non fanno onore. Rileggere sempre prima di premere invio e non scrivere mai sotto stress. Evitare scritte in maiuscolo, a scrivere un’email quando si è stanchi o arrabbiati. Non ricorrere a battute di spirito (per iscritto non è facile rendere l’ironia).

E rileggerla sempre prima di premere invio.

5. Lasciarsi seguire da un professionista

Le professioni specializzate sulla comunicazione e marketing digitale sono ormai una realtà consolidata anche nel retrogrado mondo italiano. Non improvvisarti esperto social marketing, potresti rovinare una reputazione frutto di anni di sacrifici!

 

 

Please reload

Seguici