January 15, 2019

Please reload

Post recenti

Come nasce un amore....in franchising!

April 4, 2019

1/1
Please reload

Post in evidenza

Sei capace di evitare le buche?

 

Quando si invia una mail, ancor più se tramite una newsletter o una mailing list, il primo timore è che essa vada perduta a causa di filtri e cartelle anti-spam. Inutile dire che in questo caso il vostro cliente/destinatario non leggerà mai il vostro messaggio.

Per evitare tutto questo gli esperti consigliano di seguire alcune semplici regole, ovvero:

  • Utilizzare una piattaforma di mailing professionale (tra i più usati ci sono mailchimp e opendem);

  • Non spedire le newsletter mettendo tutta la rubrica nel campo CC o CCN;

  • Inserire sempre il link per la cancellazione dalla mailing list;

  • Non inviare messaggi contenenti solo immagini, specie se privi dell’attributo “alt”. Per chi non lo sapesse usando il tag “alt” è possibile dare una breve descrizione all’ immagine, questo permette di ottimizzare il posizionamento sui motori di ricerca ed in caso di mancato caricamento dell’immagine l’utente potrà comunque leggere il testo della descrizione che è sempre meglio di uno spazio vuoto;

  • Evitare di inserire link a indirizzi IP o link abbreviati;

  • Non inviare mail con contenuti interattivi come moduli di registrazione e altri elementi Javascript, Flash o ActiveX;

  • Non utilizzare i termini associabili allo spam, sia nell’oggetto che nel testo dell’email, come “Gratis”, “Speciale offerta”, “Risparmia”, “Guadagna”, “Clicca qui” ecc.;

  • Non scrivere parole in maiuscolo o con caratteri di grandi dimensioni e soprattutto parole inventate;

  • Evitare l’uso eccessivo della punteggiatura, ad es. inserendo una sfilza di punti esclamativi o interrogativi;

  • Non inserire simboli come “$”, “€”, “#”;

  • Usare con moderazione i colori per il testo, meglio usare il classico color nero (evitare i colori accesi e difficili da leggere);

  • Non realizzare un messaggio con peso molto elevato (meglio non superare i 100 KB);

  • Non aggiungere troppi allegati ai messaggi.

Ponetevi infine sempre dalla parte del destinatario e non siate assillanti ricorrendo ad invii troppo frequenti: per gli iscritti alla mailing list è consigliabile non superare 1 mail alla settimana, per tutti coloro che non sono iscritti 1, massimo 2, mail al mese.

Tenendo a mente queste semplici regole le vostre mail arriveranno dritte all’utente superando tutti i filtri antispam!

 

 

Please reload

Seguici