January 15, 2019

Please reload

Post recenti

Come nasce un amore....in franchising!

April 4, 2019

1/1
Please reload

Post in evidenza

La formazione nel franchising

 

Nell’articolo precedente abbiamo identificato i punti di forza che un progetto in franchising deve avere per riuscire a competere sul mercato tra una miriade di concorrenti. Ora vogliamo porre l’attenzione su uno strumento indispensabile per lo sviluppo di una rete: la formazione degli affiliati.

L’attività formativa costituisce un must per un franchisor degno di tale qualifica, inoltre è obbligo di legge che la formazione sia descritta nel contratto in modo preciso e dettagliato. La casa madre, nel comunicare data e sede del corso, indicherà all’affiliato eventuali giornate di interesse solo per determinati collaboratori in funzione delle loro mansioni future.

Il franchisor inizierà il corso presentando il suo team ed illustrando sinteticamente i temi che verranno affrontati. La formazione dovrà toccare argomenti tecnici, commerciali e gestionali.

Nella formazione tecnica ci si occuperà della conoscenza specifica dei prodotti/servizi offerti. Sul piano commerciale invece, verranno comunicate tutte le attività marketing necessarie per la promozione dell’attività sul mercato (uso dei social, pubblicità locale, volantinaggio, ecc.) e la gestione/fidelizzazione dei clienti (newsletter, fidelity card, gestione delle possibili lamentele, ecc.). A seguire, nella formazione gestionale, l’affiliante trasmetterà le tecniche di controllo di gestione necessarie per valutare l’andamento dell’attività e l’affiliato familiarizzerà con gli strumenti messi a sua disposizione (uso del software gestionale, controllo della marginalità operativa, gestione degli ordini ai fornitori, ecc.). Il franchisor, al termine della formazione, dovrebbe consegnare ai partecipanti delle schede di valutazione per capire se la formazione sia stata efficace o se debba essere migliorata.

Pur essendo fondamentale nella fase di start-up, la formazione deve essere continua e garantita per tutta la durata del contratto: un aggiornamento continuo e costante rappresenta un valore aggiunto oltre che un vantaggio competitivo. Il franchisor può pianificare di volta in volta dei corsi di aggiornamento, attraverso l’organizzazione di meeting, riunioni ed incontri, destinati al singolo franchisee o all’intera rete. In tali occasioni potranno ad esempio essere comunicati gli aggiornamenti del sistema di franchising, il lancio di nuovi prodotti, la pianificazione di attività promo-pubblicitarie, gli obiettivi di fatturato e tutto quanto richieda un allineamento con la rete.

È fondamentale infine che una formazione teorica sia affiancata da una di tipo pratico, in particolar modo in certi settori (basti pensare alla ristorazione o all’artigianato in genere), in cui il franchisee apprenderà sul campo l’attività da svolgere.

Please reload

Seguici